browser icon
Stai usando una versione obsoleta di . Ti consigliamo vivamente di aggiornare il tuo browser per una migliore esperienza di navigazione.
Stai usando un browser obsoleto. Ti consigliamo vivamente di aggiornare il tuo browser per una migliore esperienza di navigazione.

We Have A Dream (e molto appetito)

Scritto in data 10 gennaio 2013

Benvenuti nel 2013. Sapete quello slancio energetico, l’atmosfera di rinnovamento del nuovo anno che farebbe pensare a compiere rivoluzioni, ricominciare da zero, realizzare i sogni? Quella che domani m’iscrivo in palestra? Che vorrò bene anche a mia suocera?  Che adesso smetto pure di fumare? Quella. A Gourmet ci ha travolti in pieno. E dato che il nostro sogno è diffondere una gastronomia nuova, libera, semplice, che cambi il mondo (cosette da nulla…) ci siamo chiesti, all’alba rituale del nuovo ciclo, cosa possiamo fare per dare impulso a ciò che desideriamo?

C’è bisogno che ci uniamo a chi potenzialmente la pensi come noi, ci siamo risposti, sotto una visione collettiva Nuova. C’è bisogno di Cultura. Che ognuno conosca la qualità nel profondo, che sia consapevole dei suoi effetti politici, economici, fisiologici, emozionali per poterla desiderare come aspirazione propria. Se un uomo avrà fame, ci siamo detti, potrai dargli un pesce, o insegnargli a pescare… È quindi questo che ci siamo prefissi già dalle 23.59 dello scorso 31 Dicembre. Non di regalarvi lenza e ami, no. Ma d’insegnare a pescare nell’oceano gastronomico a chi lo desideri e ci segua, anziché limitarci a vendere un episodio di piacere che, senza consapevolezza, resterebbe fine a se stesso e isolato. Non che intendiamo salire in cattedra, tutt’altro: se dovessimo farlo con una sola parola, sintetizzeremmo il nostro progetto in “condivisione“. Mettiamo in mezzo ciò che abbiamo. E ci aspettiamo che chiunque, in questo mare aperto, faccia lo stesso; c’insegni ancora a scoprire ed imparare…

Ogni Giovedì Gourmet Italy pubblicherà una ‘Guida alla Qualità‘, che tra l’estetico, lo scientifico e lo storico possa raccontare quali caratteristiche rendono un prodotto speciale. Ci troverete dentro i racconti dei nonni, i dossier di laboratorio, paesaggi, profumi e poesia. Perché è questo a fare la Qualità, crediamo – un intreccio alchemico di equilibri, le cui parti si mantengono insieme in armonia. Tenteremo di capire quali sono i fattori che creano l’eccellenza – partendo da un punto di vista sensoriale, chiaramente. Ma tenendo presente che il gusto, il profumo, il colore non nascono mai in provetta – e sono sintomi, invece, di un retroterra ambientale e umano; di terre curate da mani guidate da teste, ispirate da cuori. Proveremo a raccontarvi quello che sappiamo del modo che natura e cultura hanno di amarsi, e dei frutti di quest’appassionata relazione. Cercheremo di scoprire perché quella essiccata lentamente è la pasta migliore, come si cuoce un risotto perfetto, o se il vino è più buono quando a Luglio non piove. Saremo curiosi e affamati. Con un pizzico d’ironia, ché sennò non si vive. E speriamo che il sogno che abbiamo diventi il vostro, presto: questo ci farebbe sentire felici, davvero, e realizzati.

Lascia un Commento