browser icon
Stai usando una versione obsoleta di . Ti consigliamo vivamente di aggiornare il tuo browser per una migliore esperienza di navigazione.
Stai usando un browser obsoleto. Ti consigliamo vivamente di aggiornare il tuo browser per una migliore esperienza di navigazione.

I Menu di San Valentino: ‘piccantino’

Scritto in data 8 febbraio 2015

… Attento: scotta!

Tre piatti per avvicinarsi uno all’altro. Di più.

Ancora un po’.

***

Penne Rigate Biologiche Cavalieri alla crema di carciofi e mare

Perché. Perché non c’è posto più bello di una spiaggia al tramonto: è ancora inverno e solo con i giusti profumi si può immaginare d’allungarsi sulla sabbia. E perché i carciofi “servono alla gola e volentieri a quelli che si dilettano de servire madonna Venere” (Costanzo Felici, 1558).

Quando. Quando avrete voglia di sorprendere i sensi, il corpo, la mente.

Come. Sgusciate e pulite dei gamberi crudi, posizionateli in una pirofila con acqua, pochissimo succo di lime, qualche bacca di ginepro e del pepe rosa lasciandoli marinare per circa mezz’ora. Nel frattempo soffriggete uno scalogno affettato sottilissimo, del sedano e un peperoncino a cubetti in poco olio extravergine – cuocete le penne, scolandole al dente. Saltate la pasta nel soffritto mantecando con poca acqua di cottura, poi aggiungete la crema di carciofi Sommariva (dolceamara, spumosa, suadente) ed amalgamate a fiamma spenta il tutto.  All’impiatto, guarnite le porzioni con i gamberi marinati sgocciolati, qualche grano di pepe rosa, e se davvero la caccia è all’ultimo fiato con della polpa di ricci di mare.

-

Filetto di maiale marinato con confettura di peperoni 

Perché. Perché il crudo è primigenio e vicino all’istinto. Perché la glassatura e la freschezza dei peperoni sono pericolosamente sensuali. Perché trasgredire all’ordinario è un vero piacere.

Quando. Se è la prima cena che trascorrerete con una nuova conoscenza – o per uno spuntino che solletichi la fantasia, senza rubare troppo tempo a questioni più importanti.

Come. Adagiate il filetto di maiale in un contenitore di vetro con coperchio ermetico e cospargetelo con una mistura di sale marino, pepe nero, pepe di sichuan appena schiacciato, verbena o maggiorana e timo. Massaggiate, lasciando che gli aromi penetrino le carni. Chiudete il contenitore e lasciate riposare in frigorifero per almeno 10 ore, eliminando gradualmente i liquidi che si formeranno. Affettate sottile e servite accompagnando con qualche pezzo di peperone caramellato e dell’aneto fresco: crudo, carnale eppure dolce; animato da una freschezza che spinge al contatto dei corpi.

-

Pancakes con confettura di Albicocche 

Perché. Perché al mattino vorrete distendervi e rilassarvi. Sempre ammesso che non abbiate qualcuno a cui portare la colazione a letto.

Quando. Come dessert e caldo preludio a una notte di tenerezze, o come ultima tenerezza dopo una notte di caldi preludi…

Come. Setacciate insieme 350g. di farina 00, un cucchiaino raso di sale, mezzo di bicarbonato, due cucchiaini colmi di lievito per dolci, due cucchiai di zucchero bianco. Amalgamate 200ml di yogurt bianco e 200 di latte, un uovo leggermente sbattuto e due cucchiai d’olio extravergine: scaldate su fiamma medio-bassa una grande padella antiaderente, ungetela leggermente passandola con un tovagliolo di carta imbevuto d’olio.Versate l’impasto secondo lo spessore che desirerete e non toccatelo finché formerà in superficie delle bollicine: aiutandovi con una spatola voltate i pancakes e completate la cottura. Se desiderate, bagnate appena con apricot brandy. Servite aggiungendo la confettura di albicocche: frutti sodi, bordi abbrustoliti, cuore tenero scioglieranno i muscoli ed ogni genere di resistenza.




Prodotti correlati

Lascia un Commento